RiCreAzione

“Ridere è la miglior medicina”

“Se avessimo anche una Fantastica, come una logica, sarebbe scoperta l’arte di inventare” diceva Rodari. La Ricreazione è un momento di pausa e connessione. Importante a scuola e importante soprattutto ora. RiCreazione è imparare a riconoscere la propria creatività, è uno spazio dedicato a chi decide di voler alleggerirsi e imparare a immaginare. Un intervallo di ascolto, un piccolo viaggio verso una dimensione ludica di noi. Una Gita.

Sappiamo ridere nonostante tutto? C’è spazio per la ricreazione nella nostra vita di tutti i giorni? Sappiamo uscire dai bordi della nostra vita nonostante siamo clown? Siamo in grado di accogliere davvero il nostro non-sense? È facile ridere? Perché i bambini ridono dalle 150 alle 200 volte in una giornata, mentre gli adulti ridono soltanto 15 volte in media? È possibile imparare a ridere? Abbiamo bisogno di senso dell’umorismo per poter ridere? Come possiamo ridere quando non siamo dell’umore giusto? Siamo in grado di lasciar andare pregiudizi, idee preconfezionate? Siamo veramente in grado di lasciar andare la penna liberamente sul foglio a creare scarabocchi, con la voce e con il gesto?

RiCreAzione vuole essere uno spazio aperto di sperimentazione di noi attraverso la risata, lo scarabocchio e il gibberish. Un corso in cui giocare, inventare, creare, ridere, sperimentare il proprio essere persone e clown, disegnare liberamente, trovare nuovi punti di vista, prendendo spunto dalle idee di Rodari, dalle intuizioni di Munari, usando il pensiero laterale come insegna De Bono. Una palestra delle idee, un piccolo corso accelerato di creatività e, perché no, un modo per allenarci al cambiamento. Uno spazio sicuro dove far saltare in alto le intuizioni, senza la forza di gravità del giudizio a tirarle verso il basso.

“Quando ridi cambi e cambia il mondo intorno a te” William James

STRUMENTI:

 La Risata Incondizionata: una pratica meravigliosa in cui si ride con il corpo anziché con la testa. Lo yoga della risata combina esercizi che servono a stimolare la risata con esercizi di respirazione Yogica. In questo modo arriva più ossigeno in tutto il corpo e nel cervello, al punto tale da farci sentire in buona salute e carichi di energia. Ridere senza motivo, ma autenticamente. La risata è un meccanismo che ognuno di noi ha, fa parte del vocabolario umano universale. Ci sono migliaia di lingue, centinaia di migliaia di dialetti, ma tutti ridono più o meno allo stesso modo. La risata è antica, nasce con l’uomo. Ha origine nella stessa zona del cervello da cui nasce anche il pianto. Solo che la risata è più divertente. La risata libera, come il Clown ci permette di lasciar andare le sovrastrutture, i dubbi, ci permette di aver fiducia in noi e vivere il nostro pieno potenziale umano. La risata incondizionata solleva il morale, riduce lo stress e rinforza il sistema immunitario, rilassa i muscoli, migliora le relazioni sociali, contribuisce ad un atteggiamento positivo anche nelle avversità, è una grande energia positiva.

Gibberish e NonSense: Il Gibberish è il linguaggio del clown, non sense e naif, che parla di meraviglia. Il Gibberish è un linguaggio fatto di suoni senza significato. Può essere composto da “parole” che ricordano, attraverso dei suoni onomatopeici, la fonetica di lingue conosciute, o semplicemente suoni e sillabe usate in maniera creativa. Il Gibberish è un potente e creativo strumento che ci permette di “sganciare” il cervello dalla razionalità e dai pensieri e di indurci velocemente alla gioia.

Scarabocchio Creativo: ovvero l’errore visto come una fruttuosa occasione di sperimentazione creativa. Nominato spesso con intento dispregiativo e privato della sua dignità, lo Scarabocchio entra in scena solo quando si tratta di dire che “qualcosa è stato fatto non bene, senza arte né tecnica”. Riceve sguardi di disapprovazione, eterno incompreso e criticato, quasi incompiuto. Esplorazione delle potenzialità giocose e creative dello Scarabocchio, oscillando in maniera fluida fra movimento, voce e colore. Trasformare l’errore in una possibilità, lasciando andare i pre-giudizi ed i pensieri. In un clima gioioso e privo di giudizio, lasciarsi sorprendere dalla libertà che beneficamente ci può pervadere quando osiamo “andare al di fuori dei bordi”.

Il filo conduttore di questo viaggio sarà il nostro corpo espressivo, il nostro movimento consapevole

Clown e Risate: Credo fortemente in questo connubio. Coniugare l’arte del clown con la risata incondizionata. La capacità di una risata va al di là di un nostro intervento perché va ad agire sullo stato della cellula. Un cambiamento di stato. La risata è soprattutto per noi stessi, per giocare sulla nostra seriosità nella vita di tutti i giorni, per giocare sul nostro senso del ridicolo. Se stiamo bene noi, se abbiamo energia, stanno bene le persone intorno a noi. La risata è stupefacente

MODALITÀ: dal vivo
PARTECIPANTI: concordiamo insieme

Vuoi saperne di più?

Facebook
Instagram
LinkedIn
Pinterest
TWITTER
YouTube